TESTIMONIANZE

CATEGORIE DELLE TESTIMONIANZE:
Fumatori (28)
Ex-Fumatori (108)
Fumatori ammalati (6)
Famigliari/Amici di un fumatore (3)

Donne (54)
Uomini (78)
Giovani al di sotto dei 18 anni (9)

Dipendenza/astinenza (23)
Tentativi di smettere (24)
Ricadute/fallimenti (11)
Motivazioni/benefici dell'aver smesso (44)

Metodi per smettere (37)
Sostituti della nicotina (6)
Zyban (3)
Aiuto psicologico/sostegno/solidarieta (14)

Sensazioni di privazione (9)
Angoscia/depressione (6)
Problemi di peso (9)

Malattie/Rischi (8)
Cancro (3)
Malattie cardiovascolari/infarto (3)
Problemi respiratori (9)
Impotenza sessual ()

Pillola contraccettiva (1)
Bellezza/gravidanza/bambini (1)
Sport (5)

Politica e industria del tabacco (2)
Additivi ()
Spinello e tabacco (1)

Fumo passivo (8)

Per scrivere la vostra testimonianza


Angoscia/depressione:


Votate questa testimonianza:
(da 1=Poco interessante a 10=Molto interessante)
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Votazione media: 5 (2090 votes)
Francesca II (33 anni) - 12 Febbraio 2005

"Sono stata una fumatrice accanita per 20 anni. Ho smesso da 5 mesi. La sigaretta è sempre stata la mia ciliegina sulla torta, la mia pacca sulla spalla, il mio energizzante per le maratone di studio o lavoro, la sicurezza di qualcosa che è sempre a disposizione. Poi. Il sapore della ciliegina è diventato irriconoscibile, lo cercavo nelle varie fasi del fumare, aspirare, sentirlo sulla gola, buttarlo fuori. non lo trovo. riprovo.riprovo.riprovo.riprovo. non lo trovo. Quando i miei problemi personali sono diventati tanti la sigaretta era un chiodo fisso: volevo fumare di continuo.Per evitare di dar fastidio agli altri la dovevo spesso rimandare, e se non la rimandavo mi sentivo male con me stessa per aver comunque approfittato della gentilezza degli altri. Se decidevo di ridurne il numero, il pensiero delle sigarette diventava un pensiero ancora più assillante. Il mal di testa era continuo, il mio respiro non arrivava mai fino in fondo. La mia vita era legata alle sigarette. Era inconcepibile non averle. Ero ossessionata dalle sigarette. Volevo sempre fumare, e non ero mai soddisfatta. Di fatto la spinta più grande a smettere è stata quella a volermi liberare da questa ossessione che non conduceva mai alla soddisfazione. Ho pensato a smettere per alcuni mesi, poi ho fissato la data. per due mesi è stato duro come il primo giorno, poi un po meno, ma le crisi continuano a tornare ciclicamente, appena penso che si! forse ne sono uscita! Zac! arriva il momento in cui non capisco come farò a non fumare quel giorno... e cerco di avere pazienza perchè la verità è che sto meglio. la mattina mi sveglio e respiro bene, e questo è piacevole. Sono libera dall'ossessione per periodi più lunghi. E ho fiducia che, come non desidero proprio non solo le tante sigarette stupide ma anche alcune di quelle che prima mi sembravano irrinunciabili (in bagno al risveglio, dopo cena a letto), un giorno non desiderò più neanche quelle che ancora ogni tanto desidero (quelle dello stress e del relax da sola a casa) "


ALTRE TESTIMONIANZE:

Anonimo giovanni Francesca II stefano Alessandra
Anonimo